Il successo di ogni intervento di chirurgia estetica dipende da diversi fattori, come la tecnica chirurgica adottata, i materiali impiegati (protesi, materiali infiltrativi, fili di sutura…), la manualità e l’esperienza del chirurgo, la sua capacità di “leggere” dentro ogni brutto anatroccolo il cigno, e infine…i tessuti del paziente.

Ogni paziente di chirurgia estetica deve avere chiara coscienza di quanto lo aspetterà con l’intervento chirurgico, soprattutto le sue aspettative devono essere concrete, per non incappare in amare delusioni.

Il laser in chirurgia estetica

L’avvento della tecnologia laser in chirurgia estetica ha significato un notevole progresso sotto diversi punti, poiché sotto la stessa denominazione figurano svariati strumenti adattabili ad ogni fase dell’intervento. Il laser più impiegato è quello ultrapulsato ad anidride carbonica, che sostituisce il bisturi nelle incisioni particolarmente delicate. I vantaggi vanno dall’assoluta sterilità dell’incisione all’azione fotocoagulante del laser, che impedisce un sanguinamento eccessivo e favorisce la cicatrizzazione ottimale. La tecnologia laser offre anche altri tipi di strumentazioni, come quelli adottati ad esempio per eseguire peeling estremamente precisi e di alta qualità o infine i laser impiegati nel postoperatorio come terapia antalgica per favorire la guarigione. L’insieme di tali strumenti favorisce da un lato l’operato del chirurgo e dall’altro ottimizza e rende confortevole la degenza del paziente.

Il dott. Carlo Alberto Pallaoro

pallaoroIl dottor Carlo Alberto Pallaoro, direttore sanitario del Pallaoro Medical Laser di Padova e specialista in chirurgia plastica, ha negli anni sviluppato un bagaglio esperienziale degno dei grandi Maestri del panorama mondiale.
A lui debbono la preziosa paternità anche particolari tecniche chirurgiche per il trattamento della cellulite (Wet Lipo Lift), e tutte le procedure che impiegano il Trilix (micro drill di esclusivo impiego di Pallaoro Medical Laser), come il trapianto di capelli senza cicatrici, i lifting microchirurgici, l’eliminazione progressiva delle smagliature e delle cicatrici.
Il carattere di naturalezza dei risultati e la minima visibilità delle cicatrici rendono l’operato del dottor Pallaoro il fiore all’occhiello della chirurgia estetica patavina e attualmente quello dello specialista è un nome noto e apprezzato anche oltre confine.

Day surgery e tecnica anestesiologica

Anestesia generale e ricovero ospedaliero oggi sono due scogli che la chirurgia estetica moderna ha completamente abbattuto grazie all’apporto tecnico-scientifico di alcune particolari procedure. Tutti gli interventi presentati in questo dossier speciale, infatti, sono realizzati secondo una tecnica anestesiologica chiamata neuroleptoanalgesia, che prevede l’abbinamento dell’anestesia locale (o regionale) con una sedazione profonda, per cui il paziente dorme ed affronta serenamente l’intervento pur evitando l’anestesia generale, con i disagi ad essa connessi. Grazie a ciò e all’accuratezza in ogni fase operatoria, il paziente affronta la chirurgia con serenità.
Queste attenzioni consentono una dimissione precoce in giornata, senza ricovero ospedaliero, contando comunque sulla disponibilità dello staff chirurgico in ogni momento.

Ci vuole misura e buon gusto

settembre 23rd, 2013|Commenti disabilitati su Ci vuole misura e buon gusto

  • dreamstime_10535756

Short Cut Lift

settembre 18th, 2013|Commenti disabilitati su Short Cut Lift

  • Bolzano Estetica

Cicatrici e smagliature

settembre 18th, 2013|Commenti disabilitati su Cicatrici e smagliature

  • smettere di russare

Il laser per smettere di russare

settembre 18th, 2013|Commenti disabilitati su Il laser per smettere di russare